Incentivi automatici fotovoltaico per le imprese: la UE è d’accordo!

Incentivi automatici fotovoltaico per le imprese: la UE è d’accordo!

L’Unione Europea è d’accordo sugli incentivi automatici per il fotovoltaico aziendale. La palla adesso passa in mano ai singoli stati

Home » Incentivi automatici fotovoltaico per le imprese: la UE è d’accordo!

 

I costi delle bollette dell’elettricità stanno affossando i bilanci della tua impresa? Stai pensando di installare un impianto fotovoltaico per rendere la tua azienda più indipendente da un punto di vista energetico?

Allora quella che stiamo per darti è senza dubbio una buona notizia!

L’Unione Europea infatti ha infatti ammesso gli incentivi automatici per impianti fotovoltaici o a fonti rinnovabili. Tali incentivi ammonterebbero fino al 65% della spesa per le piccole imprese e fino al 45% per le grandi. Potranno ricevere questi incentivi tutti i nuovi impianti con capacità installata pari o inferiore a 1 MW per le grandi imprese e a 6 MW per le Pmi. Gli incentivi automatici per il fotovoltaico aziendale potranno essere rendicontati sulle spese sostenute a partire dal 20 luglio 2022.

Il contenuto dell’opportunità offerta dalla comunicazione della Commissione Ue del 28 ottobre 2022 C(2022) 7945 final è proprio questo e modifica il già esistente Quadro temporaneo per la crisi Russia/Ucraina. La palla quindi passa in mano ai singoli stati membri dell’Unione Europea. Saranno infatti loro a rendere fruibili alle imprese questi incentivi automatici per il fotovoltaico aziendale e per gli altri impianti a fonti rinnovabili.

Ma cosa prevedono questi incentivi automatici per gli impianti fotovoltaici industriali più nel dettaglio?

Abbiamo cercato di fare il punto della situazione qui di seguito.

L'Unione Europea è d'accordo sugli incentivi automatici per il fotovoltaico aziendale. Ecco le indicazioni fornite dal Parlamento Europeo ai singoli stati membri

L’Unione Europea è d’accordo sugli incentivi automatici per il fotovoltaico aziendale.

Come funzionano?

Gli incentivi automatici dovranno essere concessi al massimo entro il 31 dicembre 2023.

Di pari passo agli incentivi dovranno essere eseguiti anche i lavori per realizzare questi impianti. Infatti una volta erogati gli aiuti, gli impianti dovranno entrare in funzione entro 30 mesi dalla data di concessione. Se invece si tratta di  impianti eolici offshore o impianti a idrogeno rinnovabile le tempistiche si dilatano a 36 mesi.

Se tali incentivi automatici vengono concessi sotto forma di agevolazioni fiscali allora non dovrà essere prevista nessuna gara competitiva. Gli aiuti infatti dovrebbero essere concessi con le stesse modalità a tutte le imprese operanti nello stesso settore di attività economica che si trovano in una situazione di fatto identica o simile per quanto riguarda le finalità o gli obiettivi della misura di aiuto.

Incentivi automatici: quali impianti possono beneficiarne

Gli incentivi automatici per le imprese potranno essere erogati per interventi che riguardano:

  • la produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici o da altri tipi di impianti solari;
  • la produzione di energia elettrica da impianti eolici e produzione di energia geotermica;
  • lo stoccaggio di energia elettrica o termica,
  • produzione di calore rinnovabile, 
  • la produzione di idrogeno rinnovabile 
  • produzione di biogas e biometano ottenuti da rifiuti e residui.

Gli aiuti da concedere possono riguardare anche una sola di tali produzioni; inoltre, non devono contenere limitazioni.

Alcuni requisiti e scadenze da rispettare per ottenere gli incentivi automatici

Altri punti da segnalare sono questi requisiti da rispettare per ottenere questi incentivi automatici:

  • i progetti devono prevedere capacità installata pari o inferiore a 1 MW per le grandi imprese e a 6 MW per le Pmi;
  • le spese devono essere rendicontabili a partire dal 20 luglio 2022;
  • le agevolazioni devono essere concesse entro il 31 dicembre 2023;
  • gli impianti devono essere completati ed essere in funzione entro 30 mesi dalla data di concessione o 36 mesi dopo la data di concessione per gli aiuti agli impianti eolici offshore e agli impianti a idrogeno rinnovabile.

Infine una precisazione che rende sicuramente più agevole l’accesso a questi incentivi. Se infatti essi saranno erogati sotto forma di agevolazioni fiscali a tutte le imprese operanti nello stesso settore di attività economica e con le stesse modalità non sarà necessario bandire gare.

A quanto ammontano gli incentivi automatici?

Gli incentivi automatici per le energie rinnovabili per le imprese, secondo l’UE, possono arrivare anche a coprire diverse percentuali della spesa complessiva del costo dell’investimento in base alla dimensione dell’azienda. In particolare:

  • 45% del costo complessivo dell’investimento per le grandi imprese;
  • 55% del costo complessivo dell’investimento per le medie imprese;
  • 65% del costo complessivo dell’investimento per le piccole imprese.

Gli aiuti possono essere concessi per investimenti per i quali l’avvio dei lavori sia avvenuto a partire dal 20 luglio 2022. Per i progetti avviati prima del 20 luglio 2022, gli aiuti possono essere concessi se è necessario accelerare l’investimento o ampliarne la portata in misura significativa. In questi ultimi casi, sono ammissibili agli aiuti solo i costi supplementari relativi alle misure di accelerazione o di ampliamento della portata.

Se vuoi richiedere ulteriori informazioni oppure un preventivo compila il form che trovi in questa pagina con i tuoi dati!

#gates-custom-63d88a5066a22 h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63d88a5066a22 h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-63d88a5066a22 h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Compila il form con i tuoi dati ed attendi la chiamata del nostro operatore!


Compila il form con i tuoi dati

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Translate »
Apri la chat
Hai bisogno di aiuto ?
Ciao
Come posso aiutarti ?