Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali 4.0: tutte le proroghe!

Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali 4.0: tutte le proroghe!

La legge di Bilancio 2022 proroga la validità del credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali 4.0 delle imprese. Ecco il punto della situazione

Home » Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali 4.0: tutte le proroghe!

 

Finalmente è arrivata la tanto attesa approvazione della Legge di Bilancio 2022 e con essa sono arrivate anche le novità in merito alle misure di sostegno alle imprese. In particolare, sulla scia di quanto è stato previsto negli ultimi anni, è stata prorogata la possibilità di fruire del credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali 4.0.

Questa possibilità era attesa da molti visto il successo che ha riscosso negli ultimi anni. Inoltre si tratta di una misura che va inserita in un contesto più ampio di sostegno all’economia da parte dello stato italiano dopo la recente pandemia che ha messo a dura prova il comparto produttivo del belpaese.

Prima però di capire quali sono le novità introdotte dalla legge di Bilancio 2022 e come funziona la proroga per la cessione del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali 4.0 riteniamo sia necessario ricapitolare brevemente in cosa consista questo tipo di beni. In questo modo forse ti sarà chiaro come questa tipologia di beni posa avere a che fare con tematiche come la riqualificazione energetica e l’energia rinnovabile.

Per scoprire di più continua a leggere.

Cosa sono i beni strumentali delle imprese?

Rifacendoci alla normativa, possiamo affermare che i beni strumentali sono tutti quei beni, materiali ed immateriali, che imprese e professionisti utilizzano per svolgere la propria attività. In ogni caso ne parliamo meglio qui.

Normalmente quindi, si tratta di beni che, dopo il loro acquisto, vengono utilizzati per molto tempo, il più possibile. I beni strumentali, sono quindi soggetti, da un punto di vista contabile, al principio dell’ammortamento. Così è possibile spalmare l’investimento sostenuto per il loro acquisto in più anni deducendo la quota relativa all’anno di utilizzo.

Esistono diversi tipi di beni strumentali. Proviamo ad elencarli qui di seguito:

  • Beni mobili strumentali: possono essere classificati in questa categoria gli autoveicoli, i veicoli commerciali e industriali (es. furgoni, camion), le attrezzature e gli impianti di un’impresa produttiva, le macchine e gli arredi dell’ufficio (es. computer, smartphone, scrivanie, armadi).
  • Beni strumentali immobili: anche gli immobili (fabbricati strumentali) possono essere beni strumentali. Fanno parte di questa categoria i capannoni, i magazzini, gli uffici e i negozi sia già realizzati che da costruire.
  • Beni strumentali immateriali o immobilizzazioni immateriali. Questa categoria comprende, in particolare, i marchi, i brevetti, i diritti di utilizzo delle opere dell’ingegno come i software e gli altri diritti di proprietà intellettuale.

I beni strumentali 4.0 e la Legge Sabatini

Come avrai già capito, la legge italiana prevede incentivi ed agevolazioni per i beni strumentali che dovrebbero servire ad incentivarne l’acquisto. Acquisto ma anche installazione dei macchinari. D’altronde la logica con cui vengono erogate queste agevolazioni vuole favorire la transizione ecologica.

E’ il Piano di Transizione 4.0 (ex Piano Industria 4.0) in particolare, ad individuare in maniera più specifica quali sono i beni strumentali 4.0. Fra questi, specifichiamo subito, che rientrano anche tutti quegli investimenti per la riqualificazione energetica degli edifici come ad esempio un investimento per installare impianto fotovoltaico aziendale.

Ed è sempre il Piano di Transizione 4.0 ad aver previsto la possibilità, per coloro che effettuano investimenti in beni strumentali 4.0, di fruire del credito d’imposta. Pertanto, quando poco fa abbiamo parlato della proroga del credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali 4.0 nella legge di Bilancio 2022 ci riferivamo proprio ad una modifica che riguarda anche il Piano Industria 4.0.

Un altro esempio di incentivo per l’acquisto di beni strumentali è quello previsto dalla nuova legge Sabatini. Questa norma permette alle PMI di accedere più facilmente ai finanziamenti. Le imprese possono richiedere un contributo sugli interessi dei finanziamenti relativi all’acquisto di beni strumentali 4.0 e non. Precisiamo che, proprio la Legge di Bilancio 2022, reintroduce il limite dei 200.000 euro per l’erogazione in unica soluzione di questo contributo.

La proroga al credito d’imposta ai beni strumentali

Esaminiamo adesso in cosa consiste la proroga della validità del credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali 4.0 delle imprese.

Per quanto riguarda i beni strumentali 4.0 individuati dall’allegato A, ovvero i “Beni funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese
secondo il modello «Industria 4.0»” sarà possibile usufruire del credito d’imposta per gli acquisti effettuati dal 1° gennaio 2023 e fino al 31 dicembre 2025. A ben vedere sarà comunque possibile usufruirne entro il 30 giugno 2026, a condizione che entro la data del 31 dicembre 2025 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento del costo di acquisizione.

Il credito d’imposta cui sarà possibile usufruire ammonterà a massimo:

  • 20% del costo, per investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
  • 10% del costo, per investimenti superiori a 2,5 milioni di euro e fino a 10 milioni di euro;
  • 5% del costo, per investimenti superiori a 10 milioni di euro e fino a 20 milioni di euro.

Vuoi conoscere gli incentivi per il fotovoltaico delle aziende in vigore nel 2022? Clicca qui!

Se vuoi rimanere aggiornato sulle nuove detrazioni fiscali e le agevolazioni per la riqualificazione energetica delle imprese compila il modulo contatti che trovi in questa pagina con i tuoi dati!

#gates-custom-638212688bc7e h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-638212688bc7e h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-638212688bc7e h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Compila il form con i tuoi dati ed attendi la chiamata del nostro operatore!


Compila il form con i tuoi dati

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Translate »
Apri la chat
Hai bisogno di aiuto ?
Ciao
Come posso aiutarti ?