Detrazione fiscale 65% per le imprese: tutto quello che devi sapere

Detrazione fiscale 65% per le imprese: tutto quello che devi sapere

Detrazione fiscale 65 % per le imprese: cos’è e come funziona. Sostituisci la vecchia caldaia della tua azienda!

Home » Detrazione fiscale 65% per le imprese: tutto quello che devi sapere

 

Come oramai noto, la Legge di bilancio 2021 ha prorogato fino al 31 dicembre 2021 la detrazione fiscale 65 %. Questa detrazione al 65 % è quindi una detrazione Irpef o Ires a seconda del soggetto beneficiario, privato o imprenditore, per alcuni interventi di riqualificazione energetica. La legge di bilancio conferma inoltre il valore massimo della detrazione, 100.000 euro, per gli interventi di sostituzione degli impianti di riscaldamento esistenti. Requisito base per ottenere la detrazione fiscale 65%  è quello di effettuare interventi che portino a un risparmio di energia pari almeno al 20%.

Normalmente è possibile usufruire dell’agevolazione fiscale tramite una detrazione Irpef o Ires in 10 rate annuali di pari importo. Tuttavia, a tale modalità sono state affiancate anche due possibili alternativi dopo l’approvazione del DL Rilancio: la cessione del credito d’imposta e lo sconto in fattura. Sostanzialmente la detrazione può essere anche considerata come un credito d’imposta, quindi sulle tasse da pagare. Questo credito può essere ceduto all’impresa che effettua i lavori, in cambio di un uguale sconto in fattura, oppure ad un soggetto terzo ottenendo liquidità.

In alternativa alla detrazione fiscale 65 % è possibile optare per altre agevolazioni fiscali come quelle per gli interventi di recupero edilizio. Detrazioni che però possono far ottenere al massimo una detrazione del 50% anche se è prevista per gli stessi interventi della detrazione 65. Ovviamente cambiano i requisiti: in questo caso è applicabile solamente in concomitanza di interventi per la ristrutturazione di immobili, con un massimale di 96.000 euro.

Chi può usufruire della detrazione fiscale 65?

Tutti i contribuenti, sia residenti che non, sia titolari di reddito d’impresa che non, che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto di intervento, possono accedere alla detrazione. Ricapitolando, possono accedere alla detrazione fiscale 65 % i seguenti soggetti:

  • Le persone fisiche (inclusi gli esercenti arti e professioni);
  • Chi consegue reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali);
  • Enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

La condizione indispensabile per usufruire di questa detrazione è quella di effettuare gli interventi di sostituzione dell’impianto su unità immobiliari e su edifici o su parti di essi esistenti. Non ci sono vincoli a livello di categoria catastale, quindi possono essere sia edifici rurali che beni strumentali per attività d’impresa o professionale.

Infine merita precisare che l’agevolazione spetta non solo ai proprietari degli immobili ma anche ai titolari di diritti reali/personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le relative spese.

Quali gli interventi che possono far ottenere le detrazioni fiscali?

Gli interventi che possono far ottenere le detrazioni che abbiamo approfondito qui sopra sono sostanzialmente due:

  • sostituzione dell’impianto di riscaldamento esistente con un nuovo impianto in pompa di calore, caldaia a condensazione (bonus caldaia), sistema ibrido o cogenerazione.
  • Installazione di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria o come integrazione al riscaldamento

Quali sono le percentuali di detrazione riconosciute per questi interventi?

Gli ecobonus che abbiamo preso in esame in questo approfondimento danno diritto a percentuali diverse di detrazione fiscale in base agli interventi che si decidono di sostenere. In particolare

  • Installazione di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria o come integrazione al riscaldamento: 65%;
  • Sostituzione dell’impianto di riscaldamento invernale con Pompa di calore ad alta efficienza (aria-acqua, aria-aria): 65%
  • Installazione di una caldaia a condensazione in classe A a termoregolazioni in classe V, VI o VIII: 65%
  • Sostituzione del vecchio impianto di climatizzazione con un sistema ibrido (caldaia a condensazione + pompa di calore) oppure Microcogeneratori (fino a 50 kWel): 65%
  • Installazione di una caldaia a biomassa in classe V oppure Caldaia a condensazione almeno di classe A: 50%

La detrazione fiscale del 65% include non solo i lavori, ma anche i costi del materiale, quelli di progettazione e quelli per ottenere le giuste certificazioni. Ovviamente, per ogni tipo di intervento è stata definita una quota massima detraibile. Quota massima che, nel caso siano stati realizzati più interventi di risparmio energetico agevolabili, sarà costituita dalla somma degli importi previsti per ciascuno degli interventi realizzati.

Come accedere alla detrazione fiscale 65%?

Fermo restando il requisito indispensabile di aver effettuato gli interventi su edifici o unità immobiliari esistenti per beneficiare della detrazione fiscale 65 è necessario essere in possesso dei seguenti documenti:

  • L’asseverazione da parte di un tecnico abilitato;
  • L’attestato di prestazione energetica (APE);
  • La scheda informativa relativa agli interventi realizzati, redatta secondo lo schema riportato nell’allegato E o F del decreto attuativo (D.M. 19 febbraio 2007).

Inoltre, entro il termine ultimo dei 90 gg successivi dalla fine dei lavori, questi documenti vanno trasmessi all’ENEA.

Detrazione fiscale 65%: approfittane per sostituire l’impianto di riscaldamento della tua azienda!

Usufruire della detrazione fiscale 65 è un ottimo modo per sostituire l’impianto di riscaldamento della tua azienda abbattendo drasticamente il costo dell’investimento! Ottenendo uno sconto in fattura del 65% infatti pagherai solamente il 35% del costo totale che avresti dovuto sostenere senza la detrazione.

Un risparmio notevole che potrai sommare anche a quello che otterrai in bolletta. Installando infatti una nuova caldaia a condensazione oppure un riscaldamento a pompa di calore nel tuo capannone industriale sarai in grado di abbattere i consumi risparmiando notevolmente! Un risparmio che non farà bene solo al bilancio della tua azienda ma anche al tuo portafoglio!

Noi di Solar Cash s.r.l. siamo specializzati in riqualificazioni energetiche di ogni tipo ma anche nella gestione del credito d’imposta e dello sconto in fattura. Per questo siamo in grado di offrirti tutto il nostro supporto e know-how. Quando si parla di detrazioni fiscali infatti è sempre bene rivolgersi a degli esperti del settore onde evitare di perdere il contributo, nel migliore dei casi, o di incorrere in pesanti sanzioni anche penali.

Scopri le ultime novità sulla detrazione 65 % per le imprese per il 2023 cliccando qui!

Compila il modulo che trovi in questa pagina con i tuoi dati e ricevi la nostra offerta!

#gates-custom-638e5946c2425 h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-638e5946c2425 h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-638e5946c2425 h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Compila il form con i tuoi dati ed attendi la chiamata del nostro operatore!


Compila il form con i tuoi dati

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Translate »
Apri la chat
Hai bisogno di aiuto ?
Ciao
Come posso aiutarti ?