Ecobonus per imprese al 50% o 65% e vantaggi per le persone giuridiche

Ecobonus per imprese al 50% o 65% e vantaggi per le persone giuridiche

L’ ecobonus per imprese al 50% o 65% vale per tutti gli immobili strumentali, merce e patrimonio di proprietà di una società. Ma quali sono i vantaggi per le persone giuridiche?

Home » Ecobonus per imprese al 50% o 65% e vantaggi per le persone giuridiche

 

L’argomento degli incentivi per l’efficienza energetica riguarda principalmente gli interventi di efficientamento energetico per gli edifici residenziali, o almeno così era fino a poco tempo fa. In realtà, l’ecobonus al 50 o 65% è sfruttabile anche dalle imprese e quindi anche da società di persone o capitali. Questi soggetti possono infatti richiederlo per gli immobili strumentali, merce e patrimonio da loro posseduti o detenuti indipendentemente dalla destinazione d’uso.

In parole povere, anche le imprese possono accedere a questi importanti sostegni economici per realizzare gli interventi per aumentare l’efficienza energetica dei loro immobili. E potranno farlo fino al 2024 visto che l’ultima legge di Bilancio 2022 proroga la scadenza di questo ecobonus per imprese al 31 dicembre 2024 (ne parliamo anche qui).

A stabilire quanto abbiamo appena espresso, dopo un lungo dibattito, ci ha pensato la Risoluzione 34/2020 dell’Agenzia delle Entrate. Ed è proprio a partire dall’analisi di questa risoluzione che abbiamo cercato di fare il punto sull’ecobonus per imprese al 50% o 65% insieme ai nostri esperti.

Ecobonus per imprese: la risoluzione 34/2020 dell’Agenzia delle Entrate

Il fatto che gli edifici in possesso delle imprese potessero o meno accedere all’Ecobonus è stato dibattuto per molto tempo. A spazzare via ogni dubbio è intervenuta la Risoluzione 34/2020 dell’Agenzia delle Entrate di giugno 2020.

Il documento afferma chiaramente che, fermo restando il rispetto delle altre condizioni previste per l’agevolazione (ad esempio, l’edificio deve essere esistente):

possono accedere alla detrazione fiscale per interventi di riqualificazione energetica, di cui all’articolo 1, commi da 344 a 347, della legge n. 296 del 2006 (e successive proroghe e modificazioni) i contribuenti che conseguono un reddito d’impresa senza limitazioni sul tipo di soggetto, il quale può essere quindi costituito da persone fisiche, titolari e non di reddito di impresa, ma anche da società di persone e di capitali.

Tipi di immobili che possono beneficiare della detrazione

Il dato più rilevante di questa Risoluzione è tuttavia un altro. La detrazione in questione infatti spetta ai titolari di reddito d’impresa che effettuano interventi su immobili da essi posseduti o detenuti, a prescindere dalla qualificazione degli stessi immobili.

Questo significa che le tipologie di edifici per cui è possibile accedere a questo ecobonus per imprese sono molte di più. Qui di seguito trovi l’elenco completo:

  • immobili strumentali: fabbricati che hanno come unico impiego quello di essere “direttamente utilizzati” nell’espletamento di attività tipicamente imprenditoriali;
  • immobili merce: i fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, ivi inclusi quelli riqualificati e venduti;
  • immobili patrimonio: fabbricati che non sono né strumentali né merce, ma costituiscono un investimento per l’impresa.

L’Agenzia delle Entrate giustifica queste nuove disposizioni sulla base di quanto ha affermato la Corte di Cassazione in alcune sentenze. La corte infatti ha rintracciato lo scopo finale della normativa nell

“incentivare gli interventi di miglioramento energetico dell’intero patrimonio immobiliare nazionale, in funzione della tutela dell’interesse pubblico ad un generalizzato risparmio energetico”.

Spese ammissibili e limiti di spesa

Ricordiamo in sintesi quali sono le spese portabili in detrazione con gli Ecobonus per imprese fino alla fine del 2024 con le relative aliquote e massimali:

Elenco lavori ecobonus per imprese

Definizione

Detrazione massima (€)

Aliquota di detrazione

Riqualificazione globale Riqualificazione energetica globale dell’edificio 100.000 65%
Involucro edilizio Coibentazione di strutture opache verticali, strutture opache orizzontali (coperture e pavimenti) 60.000 65%
Collettori solari Installazione di collettori solari termici 100.000 65%
Climatizzazione invernale e Acqua Calda Sanitaria interventi di di climatizzazione invernale e produzione acqua calda sanitaria con installazione sistemi di termoregolazione evoluti 30.000 65%
caldaie a condensazione su parti comuni di edifici condominiali o su tutte le unità immobiliari in condominio 30.000 65%
sostituzione integrale o parziale di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di aria calda a condensazione 30.000 65%
sostituzione integrale o parziale di impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore ad alta efficienza 30.000 65%
sostituzione scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore 30.000 65%
microcogeneratori 100.000 65%
sistemi di building automation 15.000 65%
Involucro edilizio sostituzione di finestre comprensive di infissi 60.000 50%
installazione di schermature solari 60.000 50%
Impianto di climatizzazione invernale e produzione acqua calda sanitaria Caldaie a condensazione su singole unità immobiliari con efficienza energetica per riscaldamento superiore o uguale al 90 per cento 30.000 50%
installazione impianti di climatizzazione invernale con generatori di calore alimentabili a biomasse combustibili 30.000 50%

Per quanto riguarda il Bonus Ristrutturazioni, chiamato anche Bonus Casa, dobbiamo precisare che è rivolto esclusivamente ai soggetti IRPEF. Ciò significa che possono usufruirne persone fisiche e  microimprese (SS, SNC, SAS), in relazione ad immobili ad uso residenziale e a immobili che ricadono comunque in ambito privatistico, quindi non rientranti fra i beni strumentali o merce. Questo ecobonus imprese non può dunque essere applicato a società soggette a tassazione IRES (SRL, SRLS, SPA) a prescindere dalla tipologia di immobili.

Ecobonus per imprese: i vantaggi per le persone giuridiche

L’agevolazione fiscale degli ecobonus per imprese 50 o 65% consiste in detrazioni dall’Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche) o dall’Ires (Imposta sul reddito delle società). Tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche, residenti o meno nel territorio dello Stato possono usufruire della detrazione.

Particolarmente importante è il vantaggio fiscale per le società (di capitale e di persone), che consente di sommare la detrazione IRES della spesa sostenuta con la deduzione dei costi dell’intervento. Spieghiamo qui di seguito il meccanismo.

E’ possibile dedurre il costo mediante il processo di ammortamento in un periodo variabile di tempo. Il tipo di variazione temporale dipende dal fatto che l’immobile sul quale si sono effettuati i lavori sia detenuto in proprietà (3% all’anno) oppure detenuto in locazione (in un numero di anni uguale alla durata del contratto di locazione).

A fronte di un investimento di 10.000€ proviamo a calcolare il risparmio ottenuto tramite le detrazioni dell’ecobonus per le imprese e quelle derivate dalle deduzioni IRPEF e IRAP.

Per la società di capitale, al termine del periodo  di ammortamento il costo sostenuto per gli interventi sarà interamente dedotto con un risparmio complessivo negli anni di:
IRES 10.000 X 24% = 2.400€
IRAP 10.000 X 3,9% = 390€
Ecobonus 10.000 X 50% = 5.000€

Il risparmio totale sarà: 2.400€ + 390€ + 5.000€ = 7.790€ ovvero il 77,9% dell’investimento effettuato

E ora che sei a conoscenza dell’ecobonus imprese 2023 puoi contattarci per ricevere più informazioni compilando il modulo che trovi qui sotto ed aspettando la chiamata del nostro operatore! 

#gates-custom-6382110a22fac h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-6382110a22fac h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-6382110a22fac h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Compila il form con i tuoi dati ed attendi la chiamata del nostro operatore!


Compila il form con i tuoi dati

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Translate »
Apri la chat
Hai bisogno di aiuto ?
Ciao
Come posso aiutarti ?