Il punto sugli incentivi fotovoltaico imprese

Il punto sugli incentivi fotovoltaico imprese

Perché scegliere il fotovoltaico? Quali sono gli incentivi fotovoltaico imprese in vigore nel 2022?

Home » Il punto sugli incentivi fotovoltaico imprese

 

Il fotovoltaico rappresenta la soluzione ideale per imprese ed aziende che necessitano di elevati quantitativi di energia per il fabbisogno quotidiano delle varie attività. Una simile soluzione consente infatti di abbattere in maniera significativa l’impatto dei costi, sfruttando una continuitività costante H24.

Negli ultimi anni, come conseguenza sia della pandemia che del conflitto russo, il prezzo del energia è aumentato vertiginosamente, soprattutto per impianti superiori a 20 KW, come quelli di realtà industriali ed aziendali.

D’altra parte lo Stato ha definito alcune Leggi di Bilancio che hanno approvato l’emissione di incentivi come quelli previsti dal piano di transizione 4.0, dal bonus del Mezzogiorno e rivolti alle comunità energetiche. Anche la nuova Legge Sabatini ha contribuito a valorizzare scelte del genere che, tra l’altro, consentono di rispettare l’ecosistema, riducendo notevolmente l’impatto ambientale.

Ottieni gli incentivi fotovoltaico imprese con Solar Cash

Da anni l’azienda Solar Cash si occupa di energie alternative, nell’intento di incentivare l’utilizzo di fonti rinnovabili. Sfruttando gli incentivi statali attualmente disponibili Solar Cash propone soluzioni che offrono un effettivo contenimento delle spese. L’azienda è specializzata nella realizzazione e montaggio di impianti fotovoltaici per le piccole e medie imprese, tra cui quelle agricole, manifatturiere e industriali, per attività commerciali di vario tipo e per le pubbliche amministrazioni.

Si tratta di contesti in cui il consumo energetico è decisamente elevato e che pertanto possono trarre notevoli vantaggi dall’uso di fonti rinnovabili. Gli impianti progettati da Solar Cash producono centinaia di KWh e quindi presuppongono un coinvolgimento economico di alto livello. Impegno economico che può essere abbattuto non soltanto nell’immediato, ma soprattutto nel lungo termine. A fronte di un iniziale esborso per l’impiantistica di strutture fotovoltaiche, alle imprese viene garantito un rientro in termini di consumi effettuati e quindi di spese.

Queste due variabili sono responsabili di enormi benefici economici sui bilanci delle aziende, che possono pertanto impegnare su altri fronti i capitali risparmiati. Sfruttando gli incentivi fotovoltaico imprese messi a disposizione dallo Stato, esse sono dunque in grado di ottimizzare i costi della gestione energetica. Un aspetto che è fondamentale per migliorare la produttività aziendale sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo.

Quali sono i vantaggi degli incentivi fotovoltaico imprese?

Gli incentivi fotovoltaici 2022 per le imprese hanno senza dubbio potenziato un settore già conveniente anche senza contributi Statali. Il fotovoltaico rimane comunque una scelta vantaggiosa.
I benefici non dipendono unicamente dalla gestione dell’impiantistica, ma anche dai prezzi dei componenti, che da qualche anno sono in costante diminuzione. Di conseguenza, il periodo di rientro degli investimenti iniziali è sempre più breve e consente di avere introiti già dopo poco tempo.

Gli impianti fotovoltaici per aziende possono poi utilizzare alcune facilitazioni promosse dalla Legge di Bilancio. Tra l’altro questo è un trend che anche per l’anno in corso si conferma come estremamente positivo.

L’installazione di un simile impianto può sfruttare zone libere oppure inutilizzate, come i tetti dei capannoni, evitando così interventi invasivi e dispendiosi a livello strutturale. Si tratta di un’ulteriore fonte di contenimento delle spese, dato che viene eliminata la necessità di adattare superfici con differenti destinazioni d’uso.

Infine, l’utilizzo di batterie ad accumulo permette poi di impiegare di notte la quota energetica prodotta in eccesso durante il giorno, sfruttando dunque al massimo ogni risorsa.

Sostanzialmente si può parlare di una serie multipla di benefici che la scelta del fotovoltaico imprese 2022 è in grado di assicurare alle aziende.

Incentivi relativi al fotovoltaico imprese

Chi si domanda come abbattere i costi energetici dell’impresa deve innanzi tutto considerare l’entità dell’investimento iniziale, che risulta comunque considerevole in relazione ai consumi giornalieri.
Per ammortizzare in qualche modo tali spese, lo Stato ha deciso, anche per quest’anno, di mantenere attive alcune agevolazioni per le aziende, che possono essere distinte in 3 gruppi:

  1. comunità energetiche;
  2. piano di transizione 4.0;
  3. credito d’imposta per le imprese del Mezzogiorno.

Incentivi 2022 per le comunità energetiche

La definizione di comunità energetica è strettamente collegata a quella di autoconsumo collettivo di energia, in quanto l’impresa produce, distribuisce e consuma energia in maniera autonoma.
Una comunità energetica comprende quindi i proprietari degli impianti di produzione di energia fotovoltaica e i consumatori di tale energia.

Per appartenere a una C.E. è necessario servirsi della stessa cabina elettrica (di media-bassa tensione) e utilizzare impianti con una potenza complessiva superiore a 200 kW.

Gli incentivi previsti sono:

  •  cumulabilità delle tariffe d’incentivo;
  •  prezzo di 110euro/MWh;
  •  restituzione di alcune voci in bolletta, per importi pari a 150-160 euro/MWh.

Piano di transizione 4.0

Tra le agevolazioni fotovoltaico imprese un posto di notevole rilevanza è occupato dal piano di transizione 4.0, basato sull’amplificazione dell’iper-ammortamento già esistente.

Queste agevolazioni comprendono 3 possibilità, che sono:

  • emissione di una nuova aliquota di ammortamento, che dal 10% (relativa al 2021) si abbassa al 6% (per il 2022), da applicare su un massimale di spesa pari a 2 milioni di euro;
  • utilizzo del credito d’imposta, che può riguardare fino a 3 anni successivi alla realizzazione dell’impianto;
  • prolungamento della durata del credito d’imposta, che si riferisce a interventi effettuati dal 16 novembre 2020 al 31 dicembre 2022.

Il piano di transizione, che è riservato soltanto a imprese Italiane, è valido indipendentemente da:

  •  forma giuridica dell’impresa;
  •  settore economico di appartenenza;
  •  dimensioni dell’azienda;
  •  regime fiscale.

Per poter sfruttare queste agevolazioni, le imprese devono però realizzare investimenti in beni strumentali nuovi, rispettando i tempi previsti.

Credito d’imposta per le aziende del sud

Questa clausola si riferisce a incentivi emessi per le regioni del mezzogiorno (Campania, Basilicata, Puglia, Abruzzo, Molise, Calabria, Sicilia e Sardegna).
L’entità delle agevolazioni è variabile e valutata in rapporto alle dimensioni aziendali, che rientrano in 3 differenti scaglioni:

  •  grandi aziende: bonus del 25%:
  •  medie aziende: bonus del 35%;
  • piccole aziende: bonus del 45%.

Chi non ha sfruttato il credito d’imposta nel 2021 può farlo quest’anno, dato che per investimenti fino a 2 milioni di euro (realizzati entro il 30 giugno 2022) è possibile beneficiare di un credito d’imposta del 10% in un’unica rata. La condizione vincolante rimane quella di avere pagato un acconto pari al 20% sul totale entro la data del 31 dicembre 2021.

Secondo i dati attualmente disponibili, tale agevolazione sarà valida per tutto il 2022 e per parte del 2023.

Legge Sabatini per un impianto fotovoltaico impresa

La burocrazia riguardante l’installazione del fotovoltaico aziendale è piuttosto complessa e richiede una notevole competenza del settore. Proprio per questo motivo è necessario rivolgersi a professionisti qualificati ed esperti. Ad esempio è indispensabile conoscere le implicazioni della Legge Sabatini che consente di applicare gli incentivi Statali agli impianti fotovoltaici aziendali.

Grazie all’interessamento del Ministero sullo Sviluppo Economico è ora consentito di facilitare l’accesso al credito d’imposta anche per le aziende, relativamente a beni materiali e immateriali.
Gli investimenti in impianti fotovoltaici, che consentono di ottenere una redditività di alto tenore anche indipendentemente dagli incentivi Statali, risultano quindi ancora più vantaggiosi grazie alle agevolazioni di questa legge.

Il finanziamento richiesto deve rispettare le seguenti clausole:

  •  avere una durata inferiore a 5 anni;
  •  avere un importo compreso tra 20mila euro e 4 milioni di euro;
  •  venire utilizzato esclusivamente per l’installazioine di un impianto fotovoltaico.

Questa legge si adatta perfettamente alle esigenze di imprese intenzionate a modernizzarsi, prestando attenzione non soltanto ai vantaggi economici, ma anche alla sostenibilità ambientale.

Chi desidera sfruttare tutti i vantaggi offerti dagli incentivi fotovoltaico imprese può rivolgersi a Solar Cash, compilando il form di contatto presente qui sotto per ricevere rapidamente una consulenza gratuita.

Nata nel 2012, questa azienda opera nel settore dell’efficienza energetica per soddisfare le esigenze delle piccole e medie imprese, sfruttando le competenze non soltanto di tecnici specializzati, ma anche di consulenti finanziari.

Sei curioso di sapere quali incentivi per il fotovoltaico aziendale potrebbero essere in vigore nel 2023? Clicca qui!

#gates-custom-638e5b8da9594 h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-638e5b8da9594 h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-638e5b8da9594 h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Compila il form con i tuoi dati ed attendi la chiamata del nostro operatore!


Compila il form con i tuoi dati

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Translate »
Apri la chat
Hai bisogno di aiuto ?
Ciao
Come posso aiutarti ?