Impianto fotovoltaico in azienda: tipologie, incentivi e tempi di rientro

Impianto fotovoltaico in azienda: tipologie, incentivi e tempi di rientro

Tutto quello che devi sapere prima di installare un impianto fotovoltaico in azienda

Home » Impianto fotovoltaico in azienda: tipologie, incentivi e tempi di rientro

 

Sono sempre più le aziende che, anche sulla spinta degli incentivi per il fotovoltaico del 2021, stanno ricorrendo alle energie rinnovabili anche per cercare di limitare i propri costi energetici.

Ovviamente, installare un impianto fotovoltaico in azienda non è solo una questione di risparmio energetico. Si tratta più che altro di un investimento vero e proprio dal momento che l’azienda ne può trarre giovamento sia in termini di immagine che in termine di effettivo valore.

Ma quali sono le tipologie di impianti fotovoltaici che si possono installare? Quali sono gli incentivi per il fotovoltaico aziendale attualmente in vigore? Quando un impianto fotovoltaico in azienda è davvero conveniente? In quanto tempo si può rientrare dell’investimento sostenuto?

Abbiamo cercato di fare luce su queste domande interpellando i nostri esperti. Quello che ne è venuto fuori è questo approfondimento.

Come funziona un impianto fotovoltaico?

Prima di entrare nel vivo delle questione, forse è utile cercare di capire cosa sia esattamente un impianto fotovoltaico.

I sistemi fotovoltaici sono collegati alla disponibilità di energia solare. I pannelli solari infatti, sono in grado di trasformare quest’energia in energia elettrica direttamente impiegabile per tutte le attività della tua azienda. Ciò avviene sfruttando il cosiddetto effetto fotoelettrico, ovvero la capacità che hanno alcuni materiali semiconduttori di generare elettricità nel momento in cui sono esposti alla radiazione luminosa.

Certo, il processo che permette di trasformare questa energia solare, in energia elettrica non è affatto semplice. Innanzitutto, si deve prendere in considerazione anche il concetto di irraggiamento. Questo concetto indica la quantità di energia solare incidente su una superficie unitaria in un determinato intervallo di tempo, tipicamente un giorno (kWh/m2/giorno). In sostanza, attraverso questo parametro, si fa riferimento alla quantità di energia solare che può essere utilizzata da un impianto fotovoltaico in azienda per produrre energia elettrica.

Il componente base di un impianto fotovoltaico è la cella in cui è racchiusa una sottile lamina di materiale semiconduttore. E’ all’interno delle celle che compongono i pannelli fotovoltaici che avviene la trasformazione della radiazione solare in elettricità. Ovviamente, un impianto fotovoltaico in azienda non sarà altro che un insieme di pannelli fotovoltaici collegati fra di loro in serie. 

Infine ogni impianto fotovoltaico è collegato ad un inverter, quel componente che serve trasformare la corrente continua prodotta dalle celle in corrente alternata, pronta per essere impiegata dagli utenti finali come le imprese. Ogni impianto inoltre può essere dotato di batterie di accumulo, che hanno il compito di conservare e immagazzinare l’energia in eccesso prodotta dall’impianto fotovoltaico. Solo così è possibile immagazzinare l’energia in eccesso prodotta dall’impianto fotovoltaico per le ore notturne o quando c’è una condizione di scarso irraggiamento.

Tipologie di impianti fotovoltaici

E’ possibile distinguere tra diverse tipologie di impianti fotovoltaici in base alla loro taglia, collocazione e altro ancora.

Impianto fotovoltaico domestico o commerciale

Una distinzione rilevante degli impianti fotovoltaici è quella relativa alla taglia. A questo proposito possono essere individuati degli impianti domestici composti da pochi pannelli e con una potenza che si aggira intorno a 3 kW oppure quelli che definiamo commerciali.

Quest’ultima definizione è quella che riguarda da vicino l’impianto fotovoltaico in azienda dal momento che si riferisce ad impianti di diversi kW. Proprio la grande quantità di potenza installata fa sì che superfici come i tetti dei capannoni industriali siano perfetti per ospitare impianti fotovoltaici in azienda. Gli impianti in azienda di queste dimensioni rientrano nella categoria di quelli commerciali perché solitamente sono destinati ad aumentare, almeno parzialmente, l’autonomia elettrica delle aziende.

Se la taglia degli impianti fotovoltaici supera il MW di potenza, solitamente si tratta di sistemi fotovoltaici collocati a terra che occupano superfici consistenti. Solitamente però questi impianti così grandi sono destinati alla produzione di elettricità fotovoltaica su larga scala, che viene poi ceduta alla rete elettrica nazionale e remunerata secondo le tariffe vigenti.

Impianto fotovoltaico stand alone o connesso alla rete?

Esiste poi una grande differenza tra impianti stand alone e impianti connessi alla rete (grid-connected).

Quelli stand alone servono solamente a soddisfare il fabbisogno elettrico di una determinata utenza. Sono particolarmente vantaggiosi in tutti qui casi in cui la rete elettrica è assente o difficilmente raggiungibile, come nei rifugi alpini o in alcuni Paesi in via di Sviluppo. Ovviamente in questo caso sono necessari anche degli accumulatori di energia in modo da poter stoccarla ed impiegarla nei momenti di scarso irraggiamento.

Al contrario, gli impianti connessi alla rete – che al momento costituiscono la quasi totalità di quelli installati sul territorio nazionale – sono concepiti per cedere l’energia prodotta alla rete elettrica nazionale. In questo caso non c’è la stretta necessità di possedere un impianto di accumulo, dal momento che esiste sempre la possibilità di utilizzare l’elettricità fornita dal proprio operatore elettrico.

Quando conviene un impianto fotovoltaico in azienda?

La scelta di installare un impianto fotovoltaico in azienda può essere conveniente anche in base al tempo in cui si può rientrare dell’investimento. In un paese come l’Italia, caratterizzato da un buon livello di irraggiamento, un impianto fotovoltaico è sempre destinato a ripagarsi nel corso della vita utile dello stesso (20-25 anni).

Il fotovoltaico consente infatti fin da subito di ridurre le spese energetiche e di aumentare la proprio autonomia energetica. In questo modo si riesce anche monetizzare spazi aziendali altrimenti destinati a rimanere inutilizzati, come tetti dei capannoni, coperture dei parcheggi ecc.

Integrando l’installazione di un impianto fotovoltaico in azienda con progetti più vasti di efficientamento energetico, si può anche riuscire a permettere a un’azienda di ottimizzare i propri consumi.

Infine, considerando che il fotovoltaico è di gran lunga la fonte rinnovabile più popolare e conosciuta, può essere un’arma importante da spendere verso gli utenti finali dal punto di vista del marketing e della comunicazione.

Incentivi per l’impianto fotovoltaico in azienda

Prima di investire nel fotovoltaico in azienda, le imprese sono interessate a conoscere i tempi esatti in cui l’investimento effettuato si potrà ripagare. Questi tempi possono essere significativamente abbassati dalla disponibilità di appositi meccanismi di incentivazione.

In particolare, questa fase storica, è particolarmente ricca di incentivi fotovoltaico 2021 per aziende. Se da un lato è vero che il solare sarà l’indiscusso protagonista della riconversione energetica green dell’Italia, dall’altro è pur vero che la pandemia ha gettato in una profonda crisi il comparto produttivo italiano. Per questo i governi Draghi e Conte di questi mesi hanno cercato di sostenere l’economia italiana anche attraverso incentivi alla transizione ecologica.

Esistono sostanzialmente due incentivi per gli impianti fotovoltaici in azienda attualmente in vigore:

  1. Piano di Transizione 4.0;
  2. Credito d’imposta per le imprese del mezzogiorno;

Se vuoi approfondire meglio l’argomento puoi leggere il nostro approfondimento dedicato cliccando qui.

In quanto tempo è possibile rientrare dell’investimento sostenuto per un impianto fotovoltaico in azienda?

A prescindere dagli incentivi, dobbiamo tenere conto del fatto che ogni impianto fotovoltaico in azienda è personalizzato in base ai requisiti energetici e finanziari specifici di un’azienda. Per questo motivo è impossibile definire a priori il periodo di ammortamento di un impianto fotovoltaico che rimane comunque legato ai seguenti tre diversi fattori:

  1. Il consumo energetico attuale e la spesa in elettricità: aumentare la propria autonomia energetica può rappresentare un’opportunità importante per le aziende.
  2. La quantità di energia pulita generata dall’impianto: ovviamente, maggiore è la quantità di energia prodotta dall’impianto, maggiore è la possibilità di rientrare dall’investimento.
  3. Il costo dell’impianto. Gli impianti fotovoltaici sono generalmente scalabili. Questo significa che è possibile collegare un numero potenzialmente illimitato di stringhe, senza particolari problemi strutturali, a costi decrescenti. Per questo motivo è sempre meglio puntare a massimizzare l’utilizzo di spazio disponibile.

Tenuto conto di questi aspetti e della possibilità di godere incentivi diretti e indiretti in vigore, oggi in Italia un impianto fotovoltaico industriale ben progettato può contare su un payback periodo anche inferiore ai 6 anni. Ciò consentirebbe ai proprietari di beneficiare di almeno 14-19 anni di guadagni utili netti visto che un impianto fotovoltaico solitamente ha una vita media di 20-25 anni.

Contattaci subito!

Vuoi richiedere un preventivo o approfondire la tematica del fotovoltaico in azienda con un servizio personalizzato?

Per farlo, è sufficiente compilare il pratico form che trovate in questa pagina. Una volta completato sarà un nostro collaboratore a mettersi i contatto diretto con voi tramite il quale potrete tranquillamente concordare l’intervento.

Cosa aspetti a farlo?

Vuoi conoscere gli incentivi per il fotovoltaico delle aziende in vigore nel 2022? Clicca qui!

#gates-custom-62c1a4dc5da8c h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-62c1a4dc5da8c h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-62c1a4dc5da8c h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Compila il form con i tuoi dati ed attendi la chiamata del nostro operatore!


Compila il form con i tuoi dati

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Translate »
Apri la chat
hai bisogno di aiuto ?
Ciao
Come posso aiutarti ?