Legge Sabatini 2022: nuovo finanziamento nella nuova legge di bilancio

Legge Sabatini 2022: nuovo finanziamento nella nuova legge di bilancio

Legge Sabatini 2022: nella prossima legge di Bilancio è previsto un nuovo rifinanziamento oltre a quello di 300 milioni di euro approvato da poco

Home » Legge Sabatini 2022: nuovo finanziamento nella nuova legge di bilancio

 

Buone notizie in vista per coloro che stanno attendendo novità in merito alla Legge Sabatini 2022. In vista dell’approvazione della Nuova Legge di Bilancio infatti il governo fa sapere che all’interno di essa è previsto anche un rifinanziamento della misura. Rifinanziamento che si aggiunge ai 300 milioni di euro dedicati alla misura ed inseriti nella legge di assestamento di Bilancio dello Stato per il 2021.

La conferma è arrivata dal comunicato stampa che lo scorso 19 ottobre ha pubblicato il Consiglio dei Ministri al termine della riunione che ha approvato il ddl. In realtà la misura era stata annunciata già da diverso tempo, ma, prima di entrarne nei dettagli è stato attendere l’approvazione del draft budgetary plan, ovvero lo scheletro della Legge di Bilancio 2022 le risorse economiche messe a disposizione per le misure principali in essa contenute.

All’interno di questo documento infatti sono previste importanti misure a sostegno delle PMI. Le più importanti sono le seguenti:

  • rifinanziamento del Fondo di Garanzia delle PMI,
  • misure per l’internazionalizzazione delle imprese,
  • stanziamento delle risorse per la Legge Sabatini 2022.

Ed è proprio questo ultimo aspetto che prendiamo in esame in questo approfondimento.

Pronto a scoprire in cosa potrebbe consistere la Legge Sabatini 2022? Allora continua a leggere!

Nuova Sabatini, il rifinanziamento della legge di assestamento di bilancio per il 2021

Già il 18 ottobre scorso era iniziata a circolare la notizia del rifinanziamento previsto dal Ministero dello Sviluppo Economico relativamente alla legge Sabatini per 300 milioni di euro. Una voce subito confermata dal comunicato stampa che sottolineava come la misura serva a sostenere gli investimenti produttivi delle piccole e medie imprese per i beni strumentali (tra cui il fotovoltaico per le aziende). Risorse che appunto era stato possibile stanziare attraverso la legge di assestamento di bilancio dello Stato per l’anno finanziario 2021.

Il testo della legge che attua il ri-finanziamento, di fatto ricalca quello di un precedente rifinanziamento avvenuto con il decreto Sostegni bis, che con 425 milioni di euro. E’ stato possibile effettuare la riapertura dello sportello lo scorso mese di luglio solo a seguito di questo finanziamento, dal momento che era stato chiuso per mancanza di risorse.

Le micro, piccole e medie imprese quindi, a seguito di entrambi i rifinanziamenti, potranno continuare a beneficiare delle agevolazioni per l’acquisto di beni materiali o immateriali. In particolare, la Legge Sabatini, prevede che esse possano essere facilitate all’accesso di finanziamenti per investimenti ad esempio in macchinari, impianti, beni strumentali d’impresa, attrezzature nuove di fabbrica e hardware o software e tecnologie digitali.

Tali finanziamenti potranno però essere concessi solamente dagli intermediari finanziari convenzionati, in base alla convenzione tra MISE, ABI e Cassa Depositi e Prestiti. Inoltre questi finanziamenti potranno essere assistiti fino all’80 per cento dalla garanzia del Fondo per le PMI.

Precisiamo che la durata di questo finanziamento non potrà essere superiore ai 5 anni e l’importo richiesto deve essere compreso tra i 20.000 ed i 4 milioni di euro. 

Leggi questo nostro approfondimento per capire meglio in cosa consiste la Nuova legge Sabatini!

Legge Sabatini 2022: il rifinanziamento nella prossima Manovra

In questi giorni il dibattito politico verte attorno alla prossima Legge di Bilancio. Ed è proprio all’interno di questa nuova manovra che si fa riferimento alla possibilità di rifinanziare la Legge Sabatini 2022 per i prossimi anni. In realtà, il rifinanziamento a cui facciamo riferimento era stato già previsto originariamente dal documento programmatico di Bilancio ovvero un documento all’interno del quale viene definita la cornice della manovra 2022.

Un ulteriore conferma del rifinanziamento alla legge Sabatini 2022 è arrivata inoltre direttamente da Palazzo Chigi. Lo scorso 28 ottobre infatti, dopo l’approvazione del ddl Legge di Bilancio, il Consiglio dei Ministri ha rilasciato un comunicato stampa che verteva proprio su questo rifinanziamento.

In particolare, questo comunicato stampa afferma che, per quanto riguarda il capitolo relativo agli investimenti privati e alle imprese:

“sono prorogate e rimodulate le misure di transizione 4.0 e quelle relative agli incentivi per gli investimenti immobiliari privati. Vengono rifinanziati il Fondo di Garanzia Pmi, la cosiddetta ‘Nuova Sabatini’ e le misure per l’internazionalizzazione delle imprese.”

Infine, sempre secondo quanto affermato della bozza del ddl Legge di Bilancio, è necessario fare riferimento alle risorse stanziate per il rifinanziamento. Le risorse ammonterebbero a a 180 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2022 al 2026.

Compila il form che trovi in questa pagina con i tuoi dati per rimanere aggiornato.

#gates-custom-62c1a01d2600f h3:after {background-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-62c1a01d2600f h3:after {border-color:#e6be1e!important;}#gates-custom-62c1a01d2600f h3:before {border-color:#e6be1e!important;}

Compila il form con i tuoi dati ed attendi la chiamata del nostro operatore!


Compila il form con i tuoi dati

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Translate »
Apri la chat
hai bisogno di aiuto ?
Ciao
Come posso aiutarti ?